UCCIDETE JOSE' BORJES D'AMORE GOLIA L'ORDINE DEI PIEMONTESI NELLA CONQUISTA DEL SUD

  • Modello: Raro Introvabile
  • Peso spedizione: 0.5kg.
  • 4 disponibilità in magazzino

20.00EUR

Da inserire:
UCCIDETE JOSE' BORJES D'AMORE GOLIA L'ORDINE DEI PIEMONTESI NELLA CONQUISTA DEL SUD

 

FULVIO D'AMORE

UCCIDETE JOSE' BORJES!

L'ordine dei piemontesi durante la conquista del Sud.

Il racconto di un'infamia

(1860-1862)

Prefazione di Pietro Golia

Questo libro non è solo la ricostruzione della missione impossibile di José Borjés per riconquistare,

salvare il Regno delle Due Sicilie. Vuole essere un contributo allo studio dei documenti d’archivio

che ancora una volta il ricercatore Fulvio D’Amore sottopone ai distratti, ai pressapochisti,

agli scrittori dell’industria culturale, ma soprattutto agli studiosi di storia patria e ai giovani affinché conoscano

la propria storia per rivendicare un’identità e un destino.

Sono pagine dimenticate eppure tragiche, significative, che ricostruiscono il difficile rapporto di José Borjés

con il brigante Carmine Donatelli Crocco e la sua traversata appenninica fino alle ultime ore di vita.

Inseguito dai piemontesi, tallonato da giornalisti e agenti segreti, il generale catalano puntava sullo

Stato Pontificio per relazionare direttamente a Francesco II su quanto aveva visto e gli era accaduto

e sulle forze in campo. Ma a Tagliacozzo viene segnalato da una guida traditrice ai bersaglieri,

che lo fucilano insieme ai suoi. Resta un suo diario, stranamente in francese, lingua che lui non

conosceva. L’ha davvero scritto lui o l’hanno scritto i “servizi” di allora, per occultare la repressione in atto?

 

FULVIO D’AMORE è nato ad Avezzano (L’Aquila) nel 1948. Ricercatore, scrittore e saggista

abruzzese, ha al suo attivo numerose pubblicazioni specialistiche di studi storici dall’Età moderna

fino all’Età contempo-ranea. Impegnato da tempo nella revisione di documenti inediti, porge

anche questa volta al lettore appassionato di storia, nuovi contributi per capire meglio

ed in maniera più approfondita, periodi trascurati dalla storiografia ufficiale.

Per i tipi di Controcorrente ha già pubblicato Vita e morte del brigante Berardino Viola (1838-1906).

Le imprese memorabili in terra d’Abruzzo e nel Lazio (Premio Speciale Giuria, 2004) e Viva Francesco II morte a Vittorio Emanuele! Insorgenze popolari e briganti in Abruzzo, Lazio e Molise durante la conquista del Sud (1860-1861).

 L’infelice Borjés era ancora straniero, il quale ignaro della lingua,

e dei costumi del paese, dovette abbandonare la lotta per mancanza di docili partigiani…

Al contrario, Borjés ed i compagni, che avevano cessato di combattere tra le fila dell’insurrezione,

ed avevano rinunciato ad ogni resistenza, furono spietatamente fucilati per ordine

di un maggiore piemontese. Il sangue adunque è un olocausto necessario per l’unità d’Italia?”

 Lettere Napolitane

del marchese Pietro Calà Ulloa

presidente del Consiglio dei Ministri di Sua Maestà il Re delle Due Sicilie tradotte

dal francese (Roma, 1864)

Napoli

Controcorrente 2010

Formato cm. 13,5x21

Pagine 230

40 illustrazioni fuori testo

Brossura editoriale

OGNI DOMANDA O PERPLESSITà
SCRIVETEMI
bottega2sicilie@libero.it Matteo
Contattaci: 081.8861284 - 24h 3484144948

Prodotto inserito in catalogo sabato 10 gennaio, 2015.

Roberta Vaia P.IVA 08602561212
Copyright © 2011-2017 Bottega delle 2 Sicilie.
Designed by ecommercesiti
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.