Storia ladri come si rubava nel regno d'italia dal 1848 al 1872 savoia cavour INTROVABILE

  • Modello: Originale
  • Peso spedizione: 2kg.
  • 7 disponibilità in magazzino

4.00EUR

Da inserire:

Come si rubava nel regno d'italia dal 1848 al 1872 

ovvero

Storia dei ladri nel regno d'italia

da Torino a Roma

(Titolo originale)

Fatti - cifre - documenti

Torino 1872

Borri Felice , editore libraio

via Doragrossa accanto al numero 12

Pagine 179

Urbano Rttazzi

Allora ministro di Grazia e giustizia, nel 1854 scrisse: 

 

In Piemonte i reati contro alle proprieta', e massime quelli

commessi nelle campagne, sono un male talmente esteso

e radicato nel paese (Storia dei loadri nel regno d'Italia pag.34)  

 

E un altro deputato affermo' in parlamento:  

 

 

I furti di campagna sono una lebbra che ormai si estende

 

sopra tutta la faccia del paese.

(Storia dei ladri nel regno d'Italia pag.11) 

In Piemonte si rubava di tutto, anche le toghe dei giudici,

ed erano tanti i furti che avvenivano nelle chiese di giorno che (nel1857)

il Vescovo di Ivrea invito' i parroci a vendere i vasi sacri d'oro e d'argento,

e a sostituirli con altri in rame argentato e dorato.

DI INTERESSE STORICO-LOCALE, FOLKLORICO, LETTERARIO, BIBLIOGRAFICO

[email protected] Matteo
Contattaci:
081.8861284 - 24h 3484144948

Consigliati da
Bottega2sicilie

bottegaborbonica.net

Bottegaborbonica.net

Seguici Su

Dillo ad un Amico

 
Segnala ad altri questo prodotto.

Lingue

Italiano  

Chi è Online

Attualmente vi sono 15 ospiti online.

Gli Sponsor

Roberta Vaia P.IVA 08602561212
Copyright 2011-2018 Bottega delle 2 Sicilie.
Designed by Bottega2sicilie
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.