CAPORALE LAMISCO A EBOLI CONTROCORRENTE EDITORE FAMIGLIA TERRITORIO PATRIA

  • Modello: Raro Introvabile
  • Peso spedizione: 0.5kg.
  • 1 disponibilità in magazzino

10.00EUR

Da inserire:

 

LAMISCO A EBOLI CONTROCORRENTE EDITORE FAMIGLIA TERRITORIO PATRIA

 

Caporale, Fulvio

 

Verlag: Controcorrente, 2013

 

ISBN 10: 8898000022 / ISBN 13: 9788898000029

 

Fulvio Caporale "Lamisco a Eboli". Nel volume  luoghi, episodi, personaggi,

momenti storici di Eboli, Battipaglia e dell’intera Piana del Sele sono ricostruiti

tra ricordi autobiografici e storie di vita comunitaria, dove emergono personalità

di spicco del passato, tanto illustri quanto purtroppo dimenticate dalla storiografia

ufficiale. (…) Da un lato facciamo la conoscenza di personaggi di notevole spessore

come Fra’ Roberto Novella, Bernardo Silvano, Marino da Eboli, fino al mitico guerriero

lucano Lamisco, mentre dall’altro siamo attratti da significativi aneddoti di vita vissuta.

Questo libro, sostenuto da una prosa vivace e accattivante, rappresenta anche una

testimonianza di amore di Fulvio Caporale per la propria terra, nonché, nel contempo,

un atto di denuncia verso chi quella terra ha da troppo tempo dimenticato e martoriato.

La copertina del libro raffigura La “Rocca del Cappello” che si trova ad Albano di Lucania

ai confini di Trivigno, in un luogo affascinante. Una scultura del neolitico che sembra

lo sguardo di un guerriero e che fa pensare all’autore, sul piano storico, al re lucano Lamisco. 

Nel racconto Lamisco a Eboli, possiamo leggere: “A cavallo tra la fine del VI e i primi anni

del V secolo a.C., -spiega l'autore- i Lucani si spingono verso i due mari, occupano  Sibari,

la costa jonica e la terra dei  Bruzi, poi sul litorale tirreno conquistano  Poseidonia, di lì irrompono 

nelle valli del Sele, fino a Eburum. Sono guidati da un mitico condottiero, Lamisco, re dei boschi,

guerriero fortissimo e invincibile. La leggenda lo descrive con un piede di lupo, ad accentuare

l’aura favolosa, quasi magica, che circonda il personaggio e un certo suo carattere silvestre

e selvaggio. Sono i tratti spirituali e caratteriali del lucano antico ma anche del lucano di sempre

e soprattutto di certi nostri briganti-patrioti dell’ottocento, ugualmente a loro agio nei boschi e

nelle foreste e pronti a battersi come lupi per difendere la famiglia, il territorio, la Patria.

Questo personaggio del mito, purtroppo sconosciuto anche in Basilicata, potrebbe splendidamente

candidarsi a simboleggiare la nostra terra.”

 

PER OGNI DOMANDA O PERPLESSITà
SCRIVETEMI
bottega2sicilie@libero.it Matteo
 
 
Contattaci: 081.8861284 - 24h 3484144948

Prodotto inserito in catalogo martedì 14 febbraio, 2017.

Roberta Vaia P.IVA 08602561212
Copyright © 2011-2017 Bottega delle 2 Sicilie.
Designed by ecommercesiti
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.